Category Archives: Libri

L’albero fiorito

Schermata 2015-05-16 alle 18.40.21

L’albero fiorito libro di Laura Gamba
La musica, il suono e la voce sono elementi fondamentali nella co‐ struzione della relazione con i nostri bambini. L’utilizzo del canto fina‐ lizzato allo sviluppo armonico e al potenziamento delle condotte
e‐spressive e del linguaggio può essere efficacemente applicato nei più diversi contesti musicali con l’infanzia, andando dall’ambito educati‐ vo a quello terapeutico e riabilitativo.

Questo volume nasce dalla lunga esperienza professionale dell’au‐ trice, musicoterapista all’interno di un servizio ospedaliero di Neuro‐ psichiatria infantile e, precedentemente, come insegnante di musica nella Scuola Primaria. Esso si rivolge quindi a insegnanti, in partico‐ lare quelli di sostegno, a educatori e terapisti, soprattutto logopedisti e musicoterapisti.

L’albero fiorito propone 38 canzoni, ognuna corredata da:
• uno spartito con la melodia, il testo e gli accordi per l’accompagna‐mento;
• il testo accompagnato da un disegno che ne illustra i contenuti; • suggerimenti e proposte di attività.

Il CD allegato contiene i singoli brani cantati con accompagnamento di pianoforte e i soli accompagnamenti strumentali da utilizzare come base musicale per le proprie esecuzioni.

Gli acquirenti potranno inoltre richiedere gratuitamente gli spartiti per pianoforte e voce, e scaricare dal sito le tavole illustrate in forma‐ to A4.

L’albero fiorito rappresenta un valido sussidio per chi opera con bambini che presentano difficoltà nel controllo psicomotorio e nel‐ l’attenzione, oltre che ritardo anche importante nel linguaggio; in ge‐ nerale per chiunque consideri il canto un mezzo per migliorare le ca‐ pacità relazionali, comunicative ed espressive nell’età infantile.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare i nostri uffici:
tel 0722.816053 – 816895, fax 0722.816055, e-mail info@progettisonori.com oppure consultare il sito www.progettisonori.com
Seguici anche su Facebook: www.facebook.com/progettisonorididatticamusicale

Formato 195 x 265
Pagine 88 a colori + CD
ISBN 978888803894 • CAT. PS1503 Prezzo al pubblico Euro 25,00 (IVA inclusa)

Musicoterapia per crescere percorsi riabilitativi dall’infanzia all’adolescenza

Musicoterapia-per-crescere

Vol VII n.24

“Musicoterapia per crescere – percorsi riabilitativi dall’infanzia all’adolescenza”
Nel libro si parla di musicoterapia prendendo le mosse dalla documentazione di un’esperienza con gruppi di bambini e ragazzi articolatasi nell’arco di alcuni anni. Vengono proposti numerosi spunti di attività contestualizzati con riferimento agli obiettivi riabilitativi e declinati in base all’età. Particolare attenzione è rivolta inoltre alla valutazione e alla misurazione degli esiti del trattamento. Importante sottolineare a questo riguardo che la musicoterapia in quanto tale non è ancora riconosciuta come disciplina scientifica e come professione della riabilitazione; con il suo lavoro finalizzato alla costruzione e al perfezionamento di strumenti per l’osservazione e la valutazione l’autrice si augura di potere contribuire a portare la disciplina di cui si occupa da anni nell’ambito degli interventi clinici basati sull’evidenza.Presentazione del volume “Musicoterapia per crescere – percorsi riabilitativi dall’infanzia all’adolescenza” Carocci editore, Roma 2012 di Laura Gamba

Autrice: Laura Gamba opera come musicoterapista dai primi anni ’90 e ha maturato gran parte della sua esperienza professionale nell’ambito della neuropsichiatria infantile. È attiva da diversi anni come musicoterapista anche nel campo delle cure palliative e dell’assistenza ai malati oncologici e terminali, della riabilitazione delle persone con malattia di Parkinson, della psichiatria.

Il 7 giugno 2014 alle 18 presso la Libreria Feltrinelli in Via Roma 8 a Mantova, insieme alla collega Antonella Guzzoni, Musicoterapista presso la “Casa del Sole” di Mantova, presenterà il suo libro pubblicato recentemente dall’editore Carocci di Roma “Musicoterapia per crescere – percorsi riabilitativi dall’infanzia all’adolescenza”.

 Il lavoro presentato potrà risultare interessante per musicoterapisti attivi e in formazione, riabilitatori, educatori e insegnanti.

 

Musica e movimento

Schermata 2013-06-07 a 15.26.30

Vol VI n.35

Schermata 2013-06-07 a 15.26.30L’identità bambina è fortemente caratterizzata dalla presenza di un corpo-mente dotato di una sorprendente epistemofilia, cioè di quel grande bisogno-desiderio mirato tanto alla scoperta e conoscenza del mondo, quanto all’auto-scoperta e sviluppo delle proprie potenzialità psicomotorie, emotive e fantastiche. Musica e movimento è una raccolta di tante proposte corporeo-musicali per la Scuola d’Infanzia; proposte musicali che vogliono portare bambine e bambini a scoprire in forma creativa e ricreativa se stessi, il loro corpo-spazio, le loro fantasie e immaginazioni, le loro emozioni e, naturalmente, il loro gioco relazionale. Ogni proposta può essere ulteriormente ampliata attraverso gli Andare oltre, che offrono altri percorsi mirati a dar vita a semplici, divertenti e raffinate messe in scena musicali o teatralizzazioni corporeo-musicali. Il CD allegato contiene 58 brani musicali, sulla base dei quali si sviluppano tutte le proposte psicomotorie, emotive e fantastiche indicate nel testo. I brani sono tratti dai numerosi generi musicali (Classico, New Age, Etnico, Pop, Jazz, Elettronico, Concreto, ecc.) 
Una ricca e chiara presentazione illustra agli Educatori della Scuola d’Infanzia i criteri e gli usi di questa nuova e originaleraccolta musicale-corporea che vuole recuperare, con le sue tante proposte, anche quell’importantissimo clima materno di cui avrà sempre più bisogno l’identità bambina. E’ possibile visionare il contenuto del libro “Musica e movimento” e ascoltare il cd sul nostro sito.Nella sezione catalogo o novità, basterà cliccare la scritta “Per Approfondire” sotto l’immagine del libro.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare i nostri uffici ai seguenti numeri: Tel 0722 816053 – 816895  Fax  0722 816055, oppure consultare il sito www.progettisonori.com, o spedirci una e-mail al seguente indirizzo: info@progettisonori.com

 

Rivista Geriatria ExtraOspedaliera

Schermata 2013-05-19 a 12.04.50

Vol VI n.28

Schermata 2013-05-19 a 12.04.50Gent.mi, con questo numero di fine 2012 riparte la pubblicazione della nostra rivista GERIATRIA EXTRAOSPE- DALIERA. Riparte dai lavori rimasti “nel cassetto”, ovviamente, che sono giacenti forse da troppo tempo e che ci pare giusto vedano finalmente la propria “luce espositiva”. Si riparte in definitiva da dove si era rimasti, come segno di continuità nonché di correttezza nei confronti dei nostri colleghi e soci autori che si erano adoperati per fornire un proprio contributo scientifico e di esperienza. E’ con entusiasmo che ho accettato l’invito del presidente Salvatore Putignano e di tutto il Direttivo Nazionale dell’AGE di occuparmi del nostro giornale scientifico. Con GERIATRIA EXTRAOSPEDALIERA è nostra intenzione dare spazio a tutte quelle che sono le “voci” della geriatria del territorio, a tutti quei professionisti che giornalmente, con professionalità e dedizione, operano nella rete organizzativa che caratterizza le cure primarie, l’attività specialistica ambulatoriale, le strutture residenziali e se- miresidenziali, i servizi sociali. E’ sicuramente già oggi e lo sarà ancor più domani il territorio il luogo privilegiato per lo sviluppo della geriatria, per la presa in carico della fragilità, delle malattie croniche, della non autosufficienza e della sua prevenzione, per la gestione integrata dei bisogni attraverso un’azione attuativa interprofessionale che vede nella valutazione multidi- mensionale e nell’approccio globale le proprie basi operative e culturali. Le esperienze operative ed organizzative che si stanno progressivamente sviluppando nel nostro paese sono ormai tan- te, molte di esse sono consolidate o si stanno consolidando: c’è bisogno di conoscerle, c’è necessità di confronto, c’è necessità di creare un dialogo continuo tra i vari gruppi intra/extraregionali che fanno della “buona geriatria” affinché i punti di forza degli uni diventino stimolo per gli altri. La rivista, nella mia visione di sviluppo in divenire, vorrei che avesse il ruolo di collettore delle varie esperienze, ri- cerche e conoscenze che provengono dai vari territori, dalle nostre sezione regionali, con finalità pratica di dialogo continuo tra i soci, tra i professionisti, tra gli enti e le istituzioni che si occupano di geriatria del territorio (e non solo). Domicilio, ambulatori, Nuclei di Cure Primarie, Case della Salute, Centri Diurni, Case Protette, Residenze Sanitarie Assistenziali, Strutture Intermedie di post-acuzie e riabilitative, tutti luoghi “laboratori” da cui estrapolare esperienze e modelli applicativi di buona assistenza e cura. E in tali luoghi medici , infermieri, OSS, fisioterapisti, animatori, psicologi, assistenti sociali, terapisti occupazionali, arte terapeuti, ecc. , tutti attenti “ricercatori” e poi divulgatori di buone pratiche organizzative ed operative. Tutto ciò in quanto etica e deontologia vogliono che in ogni parte del nostro paese ai nostri vecchi venga proposto lo stesso supporto di cura ed assistenza e, ovviamente, il migliore. Ringrazio anticipatamente tutti i membri dei Comitati Scientifico e di Redazione con quali avremo modo , spero lungamente, di dialogare e collaborare attivamente e fattivamente. Con la speranza e l’augurio che la nostra rivista possa progressivamente crescere e diventare “il” riferimento per chiunque si occupi di geriatria territoriale vi porgo il mio più cordiale saluto,

vostro Giovanni Gelmini

rivista scaricabile sul sito ufficiale http://www.associazionegeriatri.it/rivista/rivista.aspx

Geriatria extraospedaliera
Organo ufficiale dell’Associazione Geriatri Extraospedalieri Sede: Via G. Tenore, 17 – Napoli – Italia – www.associazionegeriatri.it

Geriatria Extraospedaliera pubblica contributi redatti in forma di editoriali, articoli originali, review, presen- tazione di casi clinici, lettere al Direttore aventi ad oggetto tematiche relative alla Geriatria Territoriale e alle attività dell’Associazione Geriatri Extraospedalieri (AGE). L’invio degli articoli avviene esclusivamente per via elettronica al seguente indirizzo e-mail: savmar@tin.it oppure saverio.marino@associazionegeriatri.it.

I contributi devono essere accompagnati da una dichiarazione degli Autori che l’articolo non è stato inviato ad alcuna altra rivista, né che è stato accettato altrove per la pubblicazione. Gli Autori inoltre devono dichiarare se hanno ricevuto finanziamenti o se hanno in atto contratti o altre forme di finanziamento con Aziende i cui prodotti vengano citati nel testo.

Non ricordo se ho ucciso

Schermata 2013-05-19 a 11.55.59

Vol VI n.27

Non ricordo se ho ucciso 
Alice LaPlante
Fazi Editore – Roma, 2012
302 pagine
www.fazieditore.it

Schermata 2013-05-19 a 11.55.59Una tragedia (la malattia di Alzheimer) nella tragedia (un omicidio). La vittima é Amanda, che viene trovata uccisa con le dita di una mano chirurgicamente amputate. La principale sospettata é Jennifer White, famoso chirurgo ortopedico in pensione oggi sofferente di Alzheimer, grande amica di Amanda.
Co-protagonisti di questa vicenda umana, per alcuni aspetti allucinante ma senza dubbio avvincente, sono i figli di Jennifer, Mark e Fiona, l’infermiera Magdalena e, sullo sfondo, il defunto marito James. E ovviamente Amanda che, man mano la matassa della storia si dipana, appare essere stata più nemica intrigante che amica sincera di Jennifer.
Il testo descrive in modo incisivo uno spaccato di vita e di relazioni come lo racconterebbe Jennifer, se fosse ancora in grado di farlo. Il finale lo lasciamo al lettore che, ne siamo certi, leggerà il libro tutto d’un fiato.
“Alice LaPlante ci conferma che un malato di Alzheimer resta sempre un individuo. La controprova? Può essere sospettato di omicidio. Come chiunque di noi”. Commenta Gabriella Salvini Porro, Presidente della Federazione Alzheimer Italia.

Alice LaPlante insegna alle Università di Stanford e di San Francisco. Per “Non ricordo se ho ucciso” ha ricevuto il Wellcome Trust Book Prize 2011, importante riconoscimento della presenza del mondo medico e scientifico nella letteratura.

Alla Federazione Alzheimer Italia verranno donati 2 euro per ogni copia venduta nei negozi online e il 10 per cento del prezzo di copertina su ogni ebook venduto. www.alzheimer.it